Il blog di Accademia del Professionista
I consigli
Punta sulla tua autorevolezza - Accademia del Professionista
Punta sulla tua autorevolezza - Accademia del Professionista

Punta sulla tua autorevolezza

Punta sulla tua autorevolezza

Introduzione. Quanto sei autorevole nel tuo mercato?

Mi sono posto e mi pongo tutt’ora questo quesito, la cui risposta ritengo sia di un’importanza fondamentale per ogni professionista. Per questo motivo è anche una delle prime domande che rivolgo ai miei studenti dell’Accademia del Professionista e ad ogni professionista che incontro. Le risposte che ottengo, la maggior parte delle volte, sono di due tipologie.

Autocelebrativa:

“Lavoro in questo campo da 20 anni e mi hanno sempre detto che sono il migliore.”

Inconsapevole:

“Non so se sono autorevole… diciamo che me la cavo nel mio lavoro.”

Oggi vorrei porti la stessa domanda:

Cosa significa autorevolezza?

Entrambe le risposte citate in precedenza non sono né giuste né sbagliate, ma sono accomunate da un fattore: l’inconsapevolezza di cosa significhi “essere autorevole nel proprio mercato”.

L’autorevolezza non è semplicemente ciò che viene detto dai tuoi clienti o riuscire a svolgere bene il proprio lavoro, ma è un fattore molto più complesso, che si attiva prima che il cliente ti conosca di persona o usufruisca del tuo prodotto.

L’autorevolezza è la tua presenza nel mercato di riferimento, che apre le porte alla tua professionalità.

Con Autorevolezza” ci si riferisce a quell’insieme dato dalle etichette, dalle frasi e da ciò che viene detto da noi, e su di noi, prima ancora che il potenziale cliente entri in contatto con la nostra persona, o azienda.

Potresti pensare che “autorevolezza” sia quindi sinonimo di “notorietà”, e ciò non è del tutto sbagliato, tuttavia voglio precisarti che quest’ultima è solo una delle sue componenti, ma non è sufficiente: possiamo essere noti ma non autorevoli, ma non si può essere autorevoli senza essere noti. Per questo, per cominciare a posizionarsi in modo autorevole all’interno del mercato, bisogna iniziare a essere presenti, e quindi noti, nella mente dei futuri clienti tramite la divulgazione e la comunicazione di massa: in tal modo si potrà generare una specie di “fama”che ti precede e che ti aiuterà a valorizzarti.

Adesso che hai avuto modo di assimilare il concetto di “autorità all’interno del mercato”, voglio consigliarti 3 azioni che compio abitualmente e che mi permettono di posizionarmi e di entrare in contatto con migliaia di persone in tutta Italia.

1. Utilizza strumenti digitali per comunicare. Gira video e scrivi articoli.

Hai letto bene: i video e gli articoli su social media o su piattaforme digitali sono strumenti moderni che, se utilizzati con le giuste metodologie e con le giuste tecniche, possono aprire nuove vie di comunicazione, anche importanti. Talvolta però, sebbene questo strumento sia alla portata di tutti, si tende ad ignorarlo: ciò è dovuto dalle nostre reticenze verso uno strumento che non padroneggiamo e dalla paura di esporci. In questo modo tuttavia, senza che ce ne rendiamo conto, perdiamo una grande occasione.

La divulgazione è fondamentale per un professionista, specialmente in un’era così ricca di informazioni accessibili a tutti in modo semplice e diretto tramite le piattaforme digitali (es. motori di ricerca, blog, giornali, social). Ed è proprio questa semplicità dell’uso di internet che possiamo sfruttare a nostro vantaggio per entrare in contatto con i nostri clienti e con quelli futuri.

Diventa un riferimento e comunica con formati diversi da quelli tradizionali.

2. Condividi e comunica. Esponiti costantemente.

Comunicare durante un evento significa metterci la faccia ed avere il coraggio di dire il nostro punto di vista, anche se ciò può risultare difficile. Ed è proprio di questo che ti voglio parlare per farti comprendere l’importanza di non limitarsi esclusivamente al lavoro operativo, ma di iniziare a comunicare esponendoti.

Bisogna saper sfruttare le occasioni che ci vengono poste per farci conoscere: l’essere chiamato ad un evento, comunicare la propria esperienza o spiegare e condividere idee, ovvero “esporsi”, fa puntare un faro verso di te, che creerà delle opinioni, giudizi e opposizioni, ma anche molti sostenitori che aiuteranno ad accrescere la tua autorevolezza.

In molti hanno paura ad esporsi proprio per la paura del giudizio altrui, tuttavia, voglio specificarti che i giudizi possono essere di 3 tipi:

  • positivi;
  • negativi;
  • critiche costruttive.

In genere sono i giudizi negativi quelli che ci frenano, facendoci rinunciare anche alle critiche costruttive, vitali per la nostra crescita.

Quindi le azioni da fare al prossimo meeting sono: prendere un respiro, presentarti a più persone possibili, conoscere gli organizzatori e scoprire quali caratteristiche ti servono per poter parlare ad una platea. In questo modo potrai acquisire molte informazioni per crescere ed affermarti nel tuo settore.

Esporsi significa diventare una risposta vivente ad un problema specifico.

3. Usa gli strumenti tradizionali di comunicazione. Pubblica un libro.

Questo punto è facilissimo da comprendere: i libri, le brochure o gli opuscoli, sono fonte di divulgazione delle proprie conoscenze o delle nostre idee, vengono letti, recensiti, condivisi e creano un impatto importante nella mente del lettore.

Ti starai chiedendo: “ma cosa scrivo?” o “Non ho niente da comunicare”. Bene, allora rispondi a queste domande:

Tutte le persone che conosci fanno ciò che ti interessa?

Tutto ciò che viene detto ha una rilevanza uguale sia per te che per il prossimo? O ci sono informazioni che per te sono interessanti e per altri lo sono meno o non lo sono?

Tutti i libri che leggi interesserebbero anche ai tuoi amici? La risposta è no. Esistono tanti tipi di libri (narrativa, viaggi, saggistica, biografia, storia, etc.), ognuno dei quali ha il proprio pubblico: ci sarà sempre qualcuno che riterrà interessante il tuo libro, perché ci sarà sempre qualcuno a cui sta a cuore il problema di cui hai deciso di parlare.

Conclusione. L’importanza della tua autorevolezza.

Come ultimo punto, voglio specificarti che iniziare a svolgere queste 3 azioni non è mai facile, ma, se riuscirai a farli diventare parte della tua routine, diventerà una tua necessità personale e non potrai fare a meno di comunicare con il tuo pubblico/cliente. In questo modo potrai rispondere alla domanda: “Quanto sei autorevole nel tuo mercato?“.

Commenta questo articolo e fammi sapere cosa ne pensi!

Su questo argomento ho preparato per te anche la Video Lezione Punta sulla tua autorità per rendere performante la tua libera professione. La puoi trovare anche sul mio canale YouTube.

Se desideri discutere di questo argomento e di molti altri riguardanti direttamente il tuo business e creare il presente che desideri, non hai che da prendere ora (si, hai capito bene: ora!) un appuntamento con me nel momento che ritieni più opportuno.

Se preferisci, puoi sempre richiedere una valutazione del tuo business semplicemente inserendo i tuoi dati nel form più sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi smettere di lavorare giorno e notte?

Vuoi realizzare un’attività più performante?

Ogni mese aiutiamo professionisti e imprenditori a trasformare il loro business in un mezzo per i loro obiettivi.

Richiedi un appuntamento di valutazione e scopri se possiamo aiutarti

Torna su
Apri Whatsapp
1
💬 hai bisogno di aiuto?
Ciao! 👋
Sono Anto. Come posso aiutarti?
Skip to content